mercoledì 22 febbraio 2017

Porto Tolle. All'officina 405 flash mob del libro di Barbara Braghin con l'attrice Rossella Bergo


Porto Tolle. All'Officina 405, flash mob del libro di Barbara Braghin
"I primi 99 modi in cui sono stata corteggiata"
con l'attrice Rossella Bergo
conosciuta anche come Nini La Clawnessa






Nettuno. Marcella Petrolani da fotografa a sposa!


Marcella Pretolani, da Fotografa a Sposa!



Un matrimonio intimo e commovente: nessuno sfarzo per la nota fotografa pubblicitaria Marcella Pretolani, che si è unita in matrimonio con l’imprenditore edile Roberto Cercamondi nel pomeriggio di giovedi’ 16 Febbraio.



L’originalità, pero’, non e’ mancata, perchè una sposa con un cappello cosi’ grande difficilmente la si vede! Vestita di nero ma con sopra un intrigante abito trasparente di pizzo rosa, Marcello e Roberto hanno scelto nel giorno più importante della loro vita di coppia una storica location: il fantastico ed antico Forte Sangallo di Nettuno, vicino al mare.





E vicino al mare hanno festeggiato fino a tarda notte con gli amici più vicini alla loro storia e alla loro quotidianità. I testimoni: la comica Valentina Persia, la giornalista del settimanale CHI Paola Rossi, il figlio della Pretolani Francesco Maria Mamerti, il fashion designer Giorgio Gargoni Carrara, l’imprenditrice nel campo della ristorazione Roberta Carducci; l’amico di sempre Don Roberto Berruti.



Celebrante d’eccezione, sindaco per il tempo del rito, il presentatore Anthony Peth. Tutti cari amici gli ospiti, appartenenti e non al mondo dello spettacolo: Massimo Meschino, Michele Conidi, Giovanni Pannozzo, Star Elaiza, Lisa Bernardini, Marco Bersaglini, Francesca Stajano, Roberto Cervoni, Davide Bartoli, Francesco Procaccini, Fabrizio Anzellotti, Floriana Secondi, Gio' Di Giorgio.




I migliori auguri ai novelli sposi, per una vita felice e all’insegna dell’Amore che li unisce da tempo.

Barbara Braghin


Roma. All'auditorium "L'isola dei fiori" spettacolo solidale di musica e arti visive


All'Auditorium San Leone Magno di Roma, lo scorso 19 Febbraio, lo spettacolo solidale di Danza ed Arti visive "L'Isola dei Fiori", basato sull'ultimo disco del Maestro Franco Micalizzi, ha avuto la straordinaria collaborazione artistica di Simona Marchini. Premiata nell'occasione alla carriera, la Marchini si è mostrata al pubblico visibilmente emozionata per il riconoscimento e molto sensibile ai progetti dell'A.I.R.C., l' associazione beneficiaria dei fondi della serata.


A rendere internazionale l'evento, condotto con grande professionalità da Lorenza Mario, è stato il tenore Gianluca Paganelli, reduce da una tournée in Giappone. Coinvolte importanti scuole di Danza, tutte del Lazio (SCUOLA DI DANZA TERSICORE di Ostia; SCUOLA SANTINELLI Sede - IALS di Roma; BALLET CENTER di Maria Luisa Rubulotta in Civitaveccchia; IL PROSCENIO di Paloma Farinosi a Bracciano; ARTE E BALLETTO a Frosinone; BALLETTO DI ROMA di Flaminia Buccellato) all'infuori di SPAZIO DANZA, di Casal di Principe. Tra i volti presenti, nomi come Sara Santostasi, Adriana Russo, Giovanni Brusatori, Marco Tullio Barboni, Anthony Peth, Cinzia Carcione, Matilde Tursi, Maria Grazia De Angelis, Antonello De Pierro, Iolanda Pomposelli, Gio' Di Giorgio.


Direttore artisticoStefano Bontempi; autore dei testiRaffaello Fusaro. Nell'organizzazione: Niccolò Petitto e Lisa Bernardini. Con il contributo economico di SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) e S.N.A.C. (Sindacato Nazionale Autori e Compositori). Foto di Giovanna Onofri.

Barbara Braghin


Roma.Marco Tullio Barboni alla rassegna internazionale di scrittura contemporanea, poesia e arti multimediali "L'albero delle nostre parole"


Con il Patrocinio della Accademia in Europa di Studi Superiori ARTECOM-onlus A.A.2016/2017 , l'artista e letterata Eugenia Serafini ha presentato lo scorso 14 Febbraio, nello “STUDIOLO DI EUGENIA” a Roma , per la Rassegna Internazionale di scrittura contemporanea, poesia e arti multimediali “L’ALBERO DELLE NOSTRE PAROLE” 10^ edizione, lo scrittore MARCO TULLIO BARBONI e la sua opera letteraria “…e lo chiamerai destino” - edizioni Kappa. La Rassegna "L'Albero delle nostre parole" rappresenta un momento di incontro, interazione e confronto fra diverse espressioni della creatività, della ricerca e della scienza e i media ad esse correlati.


Perla di questa giornata, la prima creatura letteraria di Marco Tullio Barboni. Dopo una vita trascorsa nell’ambito del cinema, in veste di regista e noto sceneggiatore, Marco Tullio si e’ orientato sempre più verso il mondo della letteratura, con forti apprezzamenti di critica e pubblico. Da più di un anno “…e lo chiamerai destino”, scritto totalmente in forma dialogica, sta continuando a far parlare di sé per sapienza di contenuti e padronanza di tecnica. Il Conscio e l’Inconscio come una celebrata coppia dello spettacolo. Del più celebrato degli spettacoli: quello della vita. Ha aperto l'incontro con il pubblico il Presidente dell’ARTECOM-onlus , il Prof. NICOLÒ GIUSEPPE BRANCATO, archeologo e studioso di Epigrafia Latina di fama internazionale, e poi sono arrivati i saluti anche del Vicepresidente ARTECOM-onlus Prof. Umberto Maria Milizia, storico e critico d'arte.


È seguito un appassionato reading poetico: Siamo attori consapevoli o no del nostro destino? ad opera di SILVANA BARONI, ELVI RATTI, ALESSANDRA CARNOVALE, STEFANIA DI LINO, ROBERTO PIPERNO, SABINO CARONIA, CINZIA MARULLI, IOLANDA LA CARRUBBA, SARAH PANATTA, EUGENIA SERAFINI. I deliziosi intermezzi musicali POESICANZONI sono stati eseguiti dal cantautore AMEDEO MORRONE. Per la parte ARTISTI IN VETRINA , protagoniste alcune opere di Silvana BARONI, Nicolò G. BRANCATO, Stefania DI LINO,Massimo ELMI Mario LA CARRUBBA, Iolanda LA CARRUBBA, Umberto M. MILIZIA Lina MORICI, Massimo PACETTI, Eugenia SERAFINI, Marisa SETTEMBRINI. Un partecipato momento conviviale ha concluso l'appuntamento culturale ad ingresso libero, che ha esaurito i posti disponibili della location prescelta.

Barbara Braghin


Roma. Quanto è sana una vita da curvy


Vito Toraldo, Claudia Gerini, Emilio Sturla Furnò

QUANTO E' SANA UNA VITA DA CURVY
DIBATTITO E COCKTAIL SULLE DONNE FORMOSE
CHE PRATICANO ATTIVITA' SPORTIVA


E’ arrivata in sella al suo scooter e ha fatto l'ingresso nella sala decorata da delicati affreschi di aranceti sotto una pioggia di flash e con un grande applauso. L'attrice Claudia Gerini – in forma smagliante con camicetta in seta color sabbia e pantaloni di pelle nera - ha voluto essere la testimonial e promotrice dell’incontro dedicato alle donne curvy dal titolo Iff - Informa Con Le Forme - Abbasso I Canoni Estetici.



Un inno alla donne formose, mediterranee, sane nell’aspetto e nella psiche perché “La donna è una meravigliosa armonia tra spigoli del carattere e curve del proprio corpo”. Quasi un mantra da ripetere all’infinito che coniuga la Bellezza con la Buona Salute. E’ il pensiero positivo lanciato con l’hashtag/tormentone#informaconleforme, nato dall’idea del personal trainer Francesco Simone, che dal 2015 ha realizzato un percorso esperienziale da trainer di corsi collettivi e personal trainer.


Alla tavola rotonda – moderata da Fanny Cadeo - hanno partecipato il preparatore atletico Vito Toraldo titolare del centro sportivo StarFit Parioli, il medico metabolico e responsabile scientifica del progetto Angela Marsocci, la psicoterapeuta Irene Bozzi, la personal della chirurgia estetica più cliccata del web Francesca D'Orio Tra gli ospiti, accolti da Emilio Sturla Furnò che ha curato l’evento, anche Chiara Nardelli, Rosaria Renna, i chirurghi plastici Camillo D’Antonio, Massimo Tempesta e Francesco Marchetti, il cosmetologo Valentina Voto, Elena Aceto di Capriglia, Carla Montani e Lucio Dessolis.


In platea anche la modella curvy Vanessa Strampella e la presidente dell’associazione Curvy Pride Marianna Lo Preiato. “In entrambe le mie gravidanze” – ha detto la Gerini – “ho preso parecchi chili che, poi, con sana alimentazione e corretta attiività fisica ho perso ritrovando il mio peso forma. Ho compreso come sia importante stare bene con se stessi e come sia necessario un percorso ad ho per stare in forma”.



Un tributo alla vera Bellezza e un messaggio di lotta contro patologie come l’anoressia e bulimia. IFF ha l’ambizione di rappresentare un punto di riferimento finora unico dedicato alle esigenze della donna Curvy e come tale si propone i allargare il suo raggio d’azione sociale come strumento di “Educazione alle Curve”.



IFF intende, appunto, mettere in ordine in questo sistema così complesso poiché, dicono gli organizzatori – la Salute è elemento fondamentale ed è assai pericoloso puntare la preparazione atletica sul raggiungimento di fattori estetici standardizzati. Bellezza e Benessere devono viaggiare sul medesimo binario, in paralleo, perché la vera Bellezza non ha taglia se è in Salute. “Tutto è incominciato quanto ho iniziato ad assistere nella loro preparazione soggetti che avevano subito discriminazione o bodyshaming a causa della conformazione corporea” – ha spiegato l’ideatore – “Ho osservato il loro grave disagio, il loro sentimento di non auto-accettazione del proprio corpo in un ambiente (come quello del centro fitness) in cui viene esaltato e promosso un canone estetico standardizzato che passa per taglie e centimetri”.



E’ dedicato a Tutti, ma in particolare alle donne Curvy questo progetto che coinvolge numerosi professionisti in tutta Italia, creando una community di riferimento. Il trainer 2.0 deve essere capace tecnicamente ed emotivamente. Deve favorire la crescita dell’autostima e dell’accettazione dell’ego corporeo, fattori di primaria importanza in questo contesto. Due le tipologie di servizi: Assistenza One to One (Personal Curvy training) e Assistenza a distanza (Curvy Coaching On line ). IFF ha l’obiettivo di diffondere un messaggio di salute, indipendentemente da canoni estetici, attraverso un percorso di sana alimentazione e attività fisica strutturata. Healthy cocktail con pinzimonio e frittini di verdure accompagnato da succhi di frutta e bollicine.

Barbara Braghin

mercoledì 15 febbraio 2017

Gli Accademici di tutto il mondo parleranno della Nuova Europa


L’Arte e La Cultura devono animare la nuova Europa, questo il file rouge che ha animato con successo il premio internazionale comunicare L’Europa che si è svolto il giorno 9 febbraio alle ore 16 alla Camera dei deputati sala del refettorio in via del Seminario 76. Il Premio Comunicare L’Europa 2017 come ogni anno ha celebrato con enfasi persone e personalità che hanno speso la propria vita e la propria professionalità verso un percorso internazionale, europeo con grandi note di innovazione e di cultura. Nell'edizione 2017 sono state accentuate le varie anime culturali della manifestazione, sono state celebrate le ricorrenze e le date storiche come la firma del trattato di Maastrich e i 60 anni dalla firma dei trattati di Roma. Ma anche la presidennza del Parlamento Europeo che da qualche giorno parla la lingua Italiana ( Antonio Tajani) e la notizia del momento che è stata quella che la giornata mondiale degli accademici verrà organizzata e celebrata a Roma nel prossimo maggio dallo Iefo e dall'Auge.


Grazie a tutti i presenti che sono stati dei veri e propri attori protagonisti dell'evento, dando il proprio contributo particolare: Massimo Zavoli ( opere Grafiche), Paola Biadetti (Opera L’Europa Vola),Amato Silvio ( ideatore di opere scultoree per questo premio), Tania Di Giorgio ( cantante lirica),Stefano de Majo ( attore), Angelo Sagnelli, poeta e condirettore della Fiera Letteraria, Sandro Trotti, direttore artistico di Spoleto Art Festival, Umberto Giammaria , presidente della Fondazione tau, Stefania Graziosi (attrice), Roberta Buttini ( artista). Tra i premiati di questa edizione : Lisa Bernardini ( Direttore artistico Photofestival Attraverso le pieghe del tempo e Presidente Ass. Occhio dell’Arte), Nicola Sciannimanico ( Premio Speciale per la Poesia,),Nicoletta Di Gregorio (V.Presidente Fondazione Pescara Abruzzo), Ton Pret ( artista olandese), Fabrizio Borghini ( Toscana Tv e Toscana Cultura), Clara Iatosti ( gionalista di Tv 2000), Roberto Sarra ( presidente del Premio Cattolica ed editore), Francesco Petrilllo ( docente ordinario Link University), Luca Alinari ( Artista), Altavilla Rosa ( Commercialista e revisore contabile),Amato Silvio ( autore della Scultura Comunicare EU 2017),Cilvini Cesare (direttore generale dell’Ope e dell’Accademia Auge), Florio Aurora ( direttore settimanale Si), Irrazabal Silvia ( addetta culturale dell’ambasciata dell’Uruguay), Marzetti Roberto ( direttore del Museo Genti D’Abruzzo),Mossuto Anna ( Direttore del Corriere dell’Umbria), Paje Mirko ( direttore creativo Mediaset), Petitto Niccolò ( produttore teatrale),Rinaudo Maurizio (artista), Senese Giancarlo ( dottore Commercialista e consulente strategico), Dogliani Silvia(artista), Father Ricky Gente ( Dir Centro Filippino Chaplaincy).


Soddisfatto il presidente Luca Filipponi per la grande ed esponenziale crescita della manifestazione: ” Ogni anno questo premio cresce e si perfeziona,un vero gioiello di comunicazione e cultura europea, un modo sofisticato ed efficace per affrontare tematiche e problematiche dell’Unione Europea in una chiave di innovazione e di avanguardia. In questa edizione si sono affrontati i temi caldi del momento con grande generosità, spirito costruttivo e capacità di interrogare". Tra le presenze illustri sono stati presenti : Mario Agnelli ( Sindaco di castiglion Fiorentino), Alfonso Bottone ( Direttore In costiera amalfitana.it), Remo Alessandro Piperno ( Edizioni Cida), Prof. Francesco Petrino ( Centro Studi Snarp),Prof Giuseppe Catapano ( Rettore Accademia Auge), il musicista Stelvio Cipriani, Sara Iannone ( Presidente dll'ass.Alba del terzo Millennnio), On Giuseppe Gargani già europarlamentare.



Spoleto Art Festival
Istituto Europeo per la Formazione
Premio Internazionale Comunicare L'Europa
Il Presidente
Prof Luca Filipponi


Barbara Braghin