mercoledì 21 settembre 2016

Buon compleanno a Sonia Mantovan


Porto Viro, 15 settembre
Tanti auguri di buon compleanno a Sonia Mantovan


La torta con la foto del serpente Lulu


Lanterne lanciate in cielo e... tanti desideri


Foto ricordo


La festa con le sorella, il fratello, le amiche e gli amici al Caffè Vino di Porto Viro.




Auguroniiiii.....

Barbara Braghin





domenica 18 settembre 2016

ALBARELLA. XIII edizione della Pro Am organizzata dalla fondazione Vialli e Mauro. Raccolti 300mila euro per la ricerca contro la Sla.


ALBARELLA - Si è conclusa la XIII edizione della storica Pro Am organizzata dalla fondazione Vialli e Mauro. Sono stati raccolti 300mila euro per la ricerca contro la Sla. Quest’anno la competizione benefica per la raccolta fondi contro la sclerosi laterale amiotrofica è stata al Golf club Albarella, nella suggestiva cornice della laguna veneta. Partner dell’evento per la prima volta, infatti, è stata la “Fondazione Marcegaglia onlus”, che da tempo promuove interventi di beneficenza e progetti di inclusione sociale in Italia e all’estero.


Ad aggiudicarsi il trofeo dell’edizione 2016 con 127 colpi è stato il team composto dal padrone di casa Gianluca Vialli insieme al campione golfista Andy Sullivan, primo classificato anche nella categoria Pro, e da Mario Hotzendorfer e Ian Singleton. Alessandro Del Piero e Lee Slattery, invece, primi classificati nel team netto, la categoria che non prende in considerazione l’handicap, con 120 colpi. Con loro si sono sfidati sul green, oltre a Massimo Mauro, anche tanti campioni del calcio di ieri e di oggi, fra cui Michel Platini, Alessandro Del Piero, Andriy Shevchenko, Mauro Tassotti, Marco Simone, Alessio Tacchinardi, Christian Panucci ma anche tanti nomi d’eccellenza del mondo del golf, come gli Honorary Golf Board Member Rafael Cabrera Bello e Stephen Gallacher.


“È stata un’edizione entusiasmante, in una giornata abbiamo
raccolto circa 300mila euro” - hanno commentato Vialli e Mauro a bordo campo - “siamo contenti di vedere amici e colleghi che, ad ogni edizione, confermano sempre il loro sostegno, dimostrando vicinanza alla Fondazione e al suo obiettivo.” “Quest’anno si è sentita
la mancanza di Cruyff, grande sostenitore e fedele presenza delle passate
edizioni” ha aggiunto Mauro - “sono convinto che oggi ci stava guardando, felice di vederci insieme come ogni anno per questa occasione.
Ci è sembrato d’obbligo ricordarlo con il premio “Buca 14”. Il riconoscimento, che consisteva in un nearest to the pin, è andato all’amateur Edoardo Bernardi.


Un altro riconoscimento, il premio “Giovane Promessa”, novità dell’edizione 2016, è andato al diciassettenne Giovanni Manzoni del Golf Verona, reduce dal successo come migliore degli azzurri al campionato internazionale di Spagna Under 18, giovane talento del golf che si è distinto per impegno, risultati ottenuti e comportamenti.


In ricordo di uno dei più talentuosi golfisti italiani in erba, Teodoro Soldati, scomparso prematuramente lo scorso luglio all’età di 15 anni, il premio è stato consegnato dalla mamma di Teodoro, Marina Vertova Soldati, amica della fondazione e vicina al suo obiettivo.

Barbara Braghin

ADRIA. "Meravigliosa Terra", presentato il video di Anita Gallimberti


La regista Anita Gallimberti e il presidente dei Bontemponi Roberto Marangoni

ADRIA – E’ stato presentato all’ostello Amolara di Adria il nuovo video
della regista Anita Gallimberti intitolato “Meravigliosa terra”.


Un pubblico numeroso ha apprezzato il lavoro di Gallimberti che ha esaltato le bellezze del Delta. Immagini viste con gli occhi una donna, scene girate nell’arco di un anno che abbracciano le quattro stagioni e che simboleggiano le stagioni della vita. Spiagge, mare, lagune, campagne, natura e la vita.


Una tartaruga spiaggiata e un delfino, i colori dell’alba e del tramonto e
l’imponenza del grande fiume. Il Po che grazie al suo corso ha dato vita a
tante realtà e tra le più belle quelle del territorio del Delta e della foce. Giulia Crepaldi
la poetessa di Adria ha recitato la poesia scritta in onore del video che tanto apprezza il polesine.
Presenti all’evento il sindaco di Corbola Michele Domeneghetti, il senatore Bartolomeo Amidei, Leonardo Ferro dei bagni Ferro di Rosolina Mare,
Dimer Manzolli presidnete dell’accademia del tartufo e ex sindaco di Papozze.
Il gruppo folkloristico Bontemponi si è esibito in alcune canzoni popolati tipiche
del territorio e sul finale Gallimberti e Roberto Marangoni presidente dei Bontemponi si sono scambiati degli omaggi. Una pietra del Delta a lui e un compact disk del gruppo a lei.

Barbara Braghin

mercoledì 14 settembre 2016

VENEZIA. 73a Mostra del Cinema. Premio Cinema Veneto Leone di Vetro al ritrattista di Rovigo Mattia Zoppellaro



VENEZIA – Il ritrattista Mattia Zoppellaro, 39 anni di Rovigo,
ha ricevuto il premio “Cinema Veneto Leone di Vetro” all’Avanspettacolo dinner show a Venezia in una serata di gala in occasione della 73° mostra del cinema di Venezia.
Il premio è stato ideato dall’attore Matteo Tosi di Rovigo e prodotto da Mauro Furlan
titolare di Avanspettacolo con la collaborazione organizzativa della
consulente di immagine Antonella Marcon.


A consegnare il Leone di Vetro a Zoppellaro la giornalista Barbara Braghin con le seguenti motivazioni “Libero, anticonformista e coraggioso per aver creato con stile un codice espressivo personale, che, inconfondibile, lega ogni singola fotografia al suo autore. In Inghilterra collabora con varie riviste e realizza servizi di carattere sociale e di costume.


I suoi reportage e i ritratti di star internazionali sono pubblicate sulla
più importanti e prestigiose riviste, tra le quali Rolling Stones, Sunday Times Magazine,
El Pais Semenal, Vanity Fair, GQ, Financial Times Weekend”.


“A 18 anni mia madre mi ha regalato la mia prima
macchina fotografica – racconta Zoppellaro – mi definisco fotografo, ritrattista
reportagista e i miei soggetti preferiti sono le persone”. E dice che in questo momento sta realizzando un progetto personale sul territorio di Rovigo. “Sono grato e onorato che Matteo Tosi abbia scelto me – afferma – oltre che un bravo attore è molto professionale quando presenta”.


La serata è stata molto bella e sono stato colpito dal talento del corpo di ballo
che si è esibito durante l’evento. Un galà con tanti premi e l’International Cinema Avanspettacolo Award voluto da Mauro Furlan, è stato dato all'attrice e produttrice Maria Grazia Cucinotta quale ambasciatrice del cinema italiano nel mondo.


Avanspettacolo è anche “volato” a Hollywood grazie alla collaborazione
con la nota agenzia di comunicazione e servizi nel cinema e nello spettacolo
di Los Angeles, Lafirstep che ha curato i collegamenti con artisti italiani e americani del settore, alcuni dei quali veneti, residenti a Los Angeles.


Tra questi il grande visual effects and illustrator ora anche regista di Hollywood
Marco Borrelli di Rovigo che sin dal '99 stringe un sodalizio con Tim Burton
 e sta girando in Canada The Recall con Wesley Snipes cacciatore di alieni. La serata è stata presentata da Matteo Tosi e dall’attrice Rita Rusciano.

Barbara Braghin

lunedì 12 settembre 2016

VENEZIA. 73a Mostra del Cinema. "Il Brindisi" il cortometraggio di Rossella Bergo presentato allo spazio della Regione del Veneto


DONZELLA – Il cortometraggio di Rossella Bergo intitolato “Il Brindisi” è stato presentato allo spazio della Regione del Veneto alla 73° Mostra del Cinema di Venezia.


Ad accogliere l’attrice, gli attori e i suoi ospiti, allo spazio della Regione Veneto il presidente di Polesine Film Commission Angelo Zanellato. “Il mio desiderio è un giorno di sfilare sul tappeto rosso insieme ai registi e agli attori del Polesine” ha detto Zanellato.


Ad intervistare Bergo il regista di Occhiobello Ferdinando De Laurentis che ha apprezzato l’opera dicendo che le cose più difficili sono le più semplici. L’attrice ha spiegato che un brindisi non dice nulla se si fa da soli. “Con questo corto ho voluto celebrare la vita e la rinascita anche nei piccoli accadimenti quotidiani – ha affermato – E cosa serve per essere felici?
“Dame un goto de vin” cioè dammi un bicchiere di vino”.




Conosciuta come Nini la clawnessa, Rossella Bergo ha partecipato a numerose missioni umanitarie nel mondo dove il linguaggio verbale ha dovuto spesso lasciare il posto a quello non verbale appoggiato dall’arte della clownerie. Nel cortometraggio hanno recitato Diego Beltrame, Andrea Santin, Silvano Pozzato, Alice Mantovan, Graziana Bergo e ovviamente Rossella.
Le musiche sono di Silvano Pozzato.
Il corto prodotto da Giulio Baraldi di Kess production e da Polesine Film Commission.


Tra le curiosità il frack rosa indossato da uno degli attori era di Bracardi il pianista del Maurizio Costanzo show che è stato donato a Glauco Siviero in arte Fischietto il compagno di Rossella di clownerie e clownterapia. Più di 50 persone hanno accompagnato l’attrice di Donzella e ad organizzare la giornata è stata Erica Laurenti dell’agenzia Tiepolo viaggi di Porto Viro.

Barbara Braghin

VENEZIA. 73a Mostra del Cinema. Il film "La Madre Distratta" presentato allo spazio della Regione del Veneto


VENEZIA – La madre distratta” il film di Ferdinando De Laurentis di Occhiobello (Rovigo) è stato presentato al padiglione della Regione Veneto all’interno della mostra del Cinema di Venezia.


E’ stato un pomeriggio intenso per il regista che ha presentato il suo film girato in Polesine con il presidente di Polesine Film Commission Angelo Zanellato; con l’esperto di cinema Andrea Tincani; la senatrice Emanuela Munerato che ha recitato nel film e gli attori.
In sala anche gli attori protagonisti Rita Lovato e Paolo Garbini, il musicista Guido Frezzato, e l’attore Giuliano Scaranello di Rovigo che ha fatto una parte in un cameo.


Nel film hanno lavorato anche Fabio Possanza alla fotografia, il batterista Iarin Munari e il costumista Sergio Ballo, il boxeur Marcello Matano; nonché la promozione di due artiste dell’innovativa arte del body painting Monica Varliero e Lisa Bettini.



Il film “La madre distratta” tratto dall’omonimo romanzo di Nicoletta Canazza (Edizioni clandestine) anche lei presente alla presentazione, è riferito al Polesine. “E’ proprio il Polesine una madre distratta – spiega De Laurentis – e ci chiediamo cosa dobbiamo fare affinchè non lo sia. E’ un luogo telegenico e in questo film c’è un dialogo tra 150 persone”. Il presidente di Ferrara Film Commission Alberto Squarcia ha dato al regista Ferdinando De Laurentis una targa “Premio speciale alla critica” 

Barbara Braghin

LOREO. Cena in bianco e il paese si è trasformato in una piccola Parigi


LOREO – La “Cena in bianco” sotto i portici e il centro di Loreo si è trasformato, per un sera, in una piccola Parigi. Una serata chic che ha regalato un colpo d’occhio candido dove gli ospiti vestiti rigorosamente in bianco hanno fatto il loro ingresso su un lungo tappeto in tinta, archi giganti addobbati con palloncini, fiori, candelabri e tavoli adibiti rigorosamente a festa.



Una serata tutta da ricordare iniziata all’imbrunire con il cocktail di benvenuto e due spose sui trampoli, Laura e Esther di Corona events che hanno danzato incantando gli ospiti con coreografie molto particolari. Ad organizzare il tutto l’associazione dei commercianti LoreoComm, in modo particolare dai membri del direttivo Laura Rizzato, Simone Paralovo, Sabrina Converso, Martina Filippi, Emanuela Marzola, Roberto Domeneghetti, Filippo Grossato e Emilio Sanavia. In sottofondo la musica curata da Crazybeat service, a volte soft a volte ballabile e pop.



Sui tavoli eleganti e bianchi un menù di piatti prelibati cucinati dallo chef Carmine Giovanazzo di Masterhef 4. Divertimento, fantasia ma anche solidarietà infatti il ricavato della serata è stato donato alle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia. Durante la serata ci sono stati tanti momenti di attrazione, infatti le due ballerine sui trampoli si sono esibite anche con due grandi ali di farfalle bianche impreziosite da luci in una performance arricchita da una musica suggestiva.



E a mezzanotte le due grandi farfalle hanno fatto da scenografia al taglio della torta da parte delle ragazze di LoreoComm, del sindaco Moreno Gasparini, dal comandante della polizia locale Patrizio Targa, da don Simone Doria e da alcuni organizzatori. Un brindisi per tutti e lucine in mano per arricchire l’effetto della festa. Fiumi di vino buono, cocktail di frutta, e tante foto ricordo per immortalare questa festa di fine agosto. Hanno contribuito all’organizzazione la Pro loco, l’associazione Noi, i Druidi, Deja vu events ed è stata patrocinata del Comune di Loreo. La cena in bianco o “diner en blanc” è nata nel 1988 a Parigi dall’idea di uno chef parigino Francois Pasquier ha invitato un gruppo di amici per un elegante cena all’esterno al Bois de Boulogne.
L’evento ha fatto il suo debutto a New York nel 2011.

Barbara Braghin

I Bontemponi a Gognano di Villamarzana per le popolazioni colpite dal terribile sisma delle Marche.


BOTTRIGHE - Pienone e grande successo per i Bontemponi che nei giorni scorsi si sono esibiti per la prima volta a Gognano di Villamarzana per uno spettacolo in cui sono stati raccolti fondi a favore delle popolazioni colpite dal terribile sisma delle Marche. Il gruppo folkloristico di Bottrighe Bontemponi è stato protagonista sull’aia del parco nella splendida cornice di villa Cagnoni-Boniotti nell’ambito delle manifestazioni fieristiche.



Uno spettacolo che ha ripercorso cinquant’uno anni di ininterrotta attività di ricerca e riproposizione, attraverso cante e ballate, delle antiche tradizioni polesane. Pubblico alle stelle che ha applaudito, anche a scena aperta, le esibizioni del gruppo che ha inserito, tra l’altro, altre cante del “Delta serata” anche di debutto e ingresso ufficiale di Tiziano Lavezzo, un secondo fisarmonicista che da ora affiancherà Giovanni Pezzolato. Ospite in accompagnamento anche il fisarmonicista Eros Bassora di Arquà, unico riparatore di fisarmoniche del settentrione. Molto bravi anche Sergio Salmi alle chitarre e Renato Casellato ai fiati.


Coinvolgenti le scenette di vita contadina di Mirella Rossi e Remigio Zambotti,
così pure le ballate di ganxega e l’interpretazione di Renata Greguoldo con “El tacheto”
con voce solista di Giovanni Bonato.



Tante le risate per le battute ed i scketc in vernacolo durante la conduzione del presidente dei Bontemponi Roberto Marangoni, che prima del termine della serata ha consegnato il nuovo quarto cd “Cantando su l’ara” ed il libro sui restauri della torre campanaria di Bottrighe ai proprietari della villa, al sindaco di Villamarzana Claudio Gabrielli e all’assessore Antonio Panico che si sono molto complimentati con il sodalizio che sarà nuovamente inviato anche il prossimo anno. Dalla voce solista di Loretta Guzzon è stata eseguita l’antichissima ninna nanna polesana “Nina Ninà” raccolta anni fa a Papozze dagli etnografi Paolo Rigoni e Chiara Crepaldi. Momento qui commovente inquanto il brano è stato dedicato alla memoria di Cristian, presente la madre e la moglie, giovane di 41 anni scomparso improvvisamente nei giorni scorsi.

Barbara Braghin

mercoledì 7 settembre 2016

VENEZIA - Proiezione straordinaria domani 7 settembre a VENEZIA 73 - 'ORECCHIE' di Alessandro Aronadio nella sezione Biennale College



73a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia
Proiezione straordinaria - la quarta - per “Orecchie”
lungometraggio di Alessandro Aronadio in Prima Mondiale a Biennale College
dopo i 3 sold out, un enorme successo di critica e pubblico e un notevole passaparola.
Nel cast l’esordiente Daniele Parisi e Silvia D’Amico, Pamela Villoresi,
Ivan Franek, Rocco Papaleo, Piera Degli Esposti,
Milena Vukotic, Andrea Purgatori, Massimo Wertmüller, Niccolò Senni

Proiezione straordinaria domani - mercoledì 7 settembre - alle ore 12:30 presso la Sala Casinò al Lido di Venezia per Orecchie, lungometraggio scritto e diretto da Alessandro Aronadio (Due vite per caso), che alla Mostra del Cinema di Venezia ha raccolto un enorme successo di critica e pubblico supportato da un notevole passaparola. Presentato in anteprima mondiale alla 73a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, nell’ambito di Biennale College e interpretato da un ricco cast, che comprende il protagonista, Daniele Parisi, al suo esordio al cinema e Silvia D’Amico, Pamela Villoresi, Ivan Franek, Rocco Papaleo, Piera Degli Esposti, Milena Vukotic, Andrea Purgatori, Massimo Wertmüller, Niccolò Senni, Francesca Antonelli, Sonia Gessner e Paolo Giovannucci, Orecchie è un piccolo film dai toni grotteschi, girato in bianco e nero diventato un vero e proprio cult del festival, tanto da far scrivere che "avrebbe meritato il concorso". Un uomo si sveglia una mattina con un fastidioso fischio alle orecchie. Un biglietto sul frigo recita: “È morto il tuo amico Luigi. P.S. Mi sono presa la macchina”. Il vero problema è che non si ricorda proprio chi sia, questo Luigi. Inizia così una tragicomica giornata alla scoperta della follia del mondo, una di quelle giornate che ti cambiano per sempre. 'Orecchie' ha come unica location la città di Roma, con una variegata selezione di esterni da Via Merulana a Torpignattara, dalle ex caserme di Via Guido Reni al Metropoliz sulla Prenestina, dal Ponte Umberto I alla scalinata di San Pietro in Vincoli, ma anche via di Tor Marancia, il Villaggio Olimpico e Piazza delle Vaschette a Borgo Pio.


Il film, prodotto da Costanza Coldagelli per Matrioska, in collaborazione
con Roma Lazio Film Commission, Frame by Frame, Rec e Timeline, è uno
dei quattro progetti internazionali sostenuti e prodotti da Biennale College, alla sua quarta edizione, esperienza innovativa e complessa che integra tutti i Settori della Biennale di Venezia,
promuovendo i giovani talenti, realizzato dalla Biennale di Venezia,
con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali -
Direzione Generale Cinema e si avvale della collaborazione accademica
con IFP di New York e del TorinoFilmLab.
 “Orecchie – sottolinea il regista palermitano che ha recentemente scritto gli inediti Cosa vuoi che sia, di Edoardo Leo e Classe Z, di Guido Chiesa – è una commedia sul senso di smarrimento, di scollamento dalla realtà che ci circonda.
Un mondo che spesso appare folle, incomprensibile, minaccioso. Sul timore e il desiderio dell’anonimato che combattono continuamente dentro ognuno di noi. Su quel fischio alle orecchie che proviamo ogni giorno a ignorare, nascondendolo sotto la vita. Come polvere sotto il tappeto”

Per informazioni:
https://it-it.facebook.com/OrecchieFilm/
www.labiennale.org/it/cinema/collegecinema/
Ufficio Stampa Italia Carlo Dutto

Barbara Braghin