mercoledì 29 giugno 2016

"La fabbrica dei sogni". Nascono gli studi cinematografici siciliani


“La fabbrica dei sogni” è ora una realtà anche in Sicilia. A Catania infatti, grazie alla passione e al lavoro di tanti giovani, nascono gli Studi Cinematografici Siciliani. Il polo cinematografico siciliano, uno dei più grandi del sud, è il frutto della volontà di diverse maestranze siciliane - elettricisti, macchinisti, montatori, registi, organizzatori, location manager - che dopo anni di formazione in Sicilia e in Italia hanno deciso di consorziarsi, unendo le proprie forze per rimanere (o tornare) nella propria terra.

Patrocinati da una grande Associazione di categoria come l' AGPCI (Associazione Giovani Produttori Cinematografici Indipendenti), questi studi sono stati realizzati per creare un indotto cinematografico nella Regione Sicilia e per dare la massima ospitalità e professionalità alle produzioni che ogni anno vengono a realizzare produzioni audio-visive, offrendo sia il noleggio degli spazi che di tutta la strumentazione tecnica.

Gli Studi puntano inoltre a divenire un centro di aggregazione culturale e sociale attraverso la programmazione di iniziative come gli orti sociali, percorsi di riabilitazione mediante musico-terapia e arte-terapia, corsi di formazione base, corsi di aggiornamento, Master Class e Festival.

L'unione di questa aziende che sfocia negli Studi Cinematografici Siciliani ha all’attivo già diversi cortometraggi, documentari e lungometraggi che hanno partecipato a importanti Festival internazionali (La bugia bianca e My name is Sid di Giovanni Virgilio, Salvatore di Bruno e Fabrizo Urso, Ti aspetto fuori di Alfio D’Agata) cui hanno preso parte personaggi di rilievo come Nino Frassica, Isabel Russinova, Alessio Vassallo, Erica Mou.

Barbara Braghin






"Festival dei due mondi" e le musiche dei film fanno sognare


Presso il Teatro Romano di Spoleto, all'interno del 'Festival dei due mondi', e' andato in scena il 27 giugno scorso un memorabile concerto dedicato interamente ad alcuni dei nostri più illustri autori italiani di musica per film e fortemente voluto dal Maestro Franco Micalizzi, da un'idea di Franco Micalizzi e Niccolò Petitto in Sinergia con SIAE . Il titolo: "Quando la musica racconta" , da Morricone a Rota, da De Sica a Trovajoli, da Micalizzi a Bacalov.

Una serata fantastica, resa speciale dalla presenza di un'orchestra sinfonica di 45 elementi diretti dal maestro Nino Rapicavoli, e dalla partecipazione di ospiti illustri, a cominciare dai bravissimi Giampiero Ingrassia e Serena Rossi in veste di presentatori, per continuare con importanti nomi che si sono avvicendati a vario titolo sul palco, come Christian De Sica, Serena Autieri, Fabrizio Bosso, Pino Insegno. "La musica di commento dei film ha contribuito al grande successo del Cinema italiano nel mondo - aveva affermato Franco Micalizzi ideatore dello spettacolo prima del concerto - molti sono i compositori Italiani che hanno ricevuto riconoscimenti come l'Oscar e ottenuto un grande successo popolare; fino ad oggi questa musica, così preziosa per il racconto cinematografico, credo non abbia ricevuto dall'ambiente culturale quel dovuto apprezzamento che merita".

Franco Micalizzi , in sede di conferenza stampa qualche ora prima di andare in scena, aveva aggiunto che "questo spettacolo vuole essere una passerella di bellissime musiche scritte da musicisti favolosi ; vorrei che da qui si andasse avanti, vorrei che si prendesse l'abitudine di suonare la musica di tanti compositori perché alla fine ne viene fuori uno spettacolo musicale intenso ,significativo e culturalmente molto valido". Uno dei momenti piu' intensi della serata e' stato l'annuncio della morte di Bud Spencer, giunto in teatro poco prima che fossero suonate le musiche di Trinita', e poi diffuso pubblicamente dal Micalizzi in persona.

La Federazione Autori e lo SNAC (Sindacato Nazionale Autori e Compositori) ha premiato la giovane compositrice Rita Ciancio per il brano "Viaggio d'Amore", risultato vincitore del bando per il Premio Manuel De Sica. Lo spettacolo, oltre agli Autori Claudio Pallottini e Raffaello Fusaro, ha visto l'amichevole partecipazione ai testi del noto sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni. La regia della serata e' stata curata da Marco Simeoli.
Foto di Giovanna Onofri.

Barbara Braghin




Photofestival "Attraverso le pieghe del tempo" il 1 luglio ad Anzio.

ANZIO - Saranno numerosi i nomi dei professionisti premiati ad Anzio il primo luglio prossimo, quando si svolgerà una delle varie tappe annuali itineranti della kermesse italiana Photofestival "Attraverso le pieghe del tempo", giunta oramai alla VI edizione e diretta da Lisa Bernardini dell'Associazione culturale Occhio dell'Arte. L'evento sara' ospitato durante una cena spettacolo nel locale dell'imprenditore Mauro Boccuccia, sito in Anzio in Via Nettunense km 31.500 angolo Via Giove 1, che accogliera' anche la prima edizione di “INCONTRIAMOCI”, serata tra Giornalismo, Spettacolo e Solidarietà in cui verranno consegnati alcuni riconoscimenti per l' attività giornalistica a professionisti dell'Informazione, nelle varie categorie di assegnazione previste. Sarà oltremodo un’occasione per un evento a favore della Cooperativa Sociale La Coccinella di Anzio, che accoglie e si prende cura di minori e ragazzi provenienti da situazioni di grave disagio sociale. Parte del ricavato della serata sara' infatti devoluto in beneficienza proprio a loro.

Tra i premiati che si avvicenderanno, in ordine casuale: Enrico Nascimbeni (il nuovo "Artista e Spettacolo" del Photofestival Attraverso le pieghe del tempo e "Giornalismo come Impegno Civile" 2016), Antonio Scoppettuolo (Informazione Tg televisivi), il direttore di Prima Pagina News Maurizio Pizzuto (Categoria Agenzie di Stampa), Paolo Corsini Responsabile Telegiornali RAI Parlamento (Categoria Informazione Parlamentare), il Capo Ufficio Stampa CNR Marco Ferrazzoli (Categoria Informazione e Ricerca), da Radio RAI Sabina Stilo (Informazione Radiofonica), Gianluca Bardelli (Web Influencer), Giuseppe Leanza (Categoria Fotogiornalismo), il condirettore de Il Tempo Sarina Biraghi (Informazione Quotidiani), l'editore CNO Pietro Delle Cave (Web tv), Barbara Braghin da Il Resto del Carlino (Informazione Quotidiani), Antonio Ventura (Informazione Settimanali), da Radio Radio Stefano Raucci (Informazione Radiofonica).

Ospiti a sorpresa allieteranno il corso dell'evento, tra cui il giovane Alessandro La Cava, che per l'occasione ricevera' anche un Premio Speciale Musica dal Photofestival; il cantante Sandro Presta che da un paio d'anni omaggia in giro per l'Italia, con grande successo, la memoria del Maestro Franco Califano; la poliedrica artista - attrice e ballerina - Patrizia Viglianti, che si esibira' per il divertimento di tutti i presenti. Tra gli ospiti attesi, che sono numerosi, anticipiamo la presenza del Compositore e Direttore D'Orchestra Franco Micalizzi, del regista Pierfrancesco Campanella, dello scrittore e sceneggiatore Marco Tullio Barboni, del direttore organizzativo di in.costieraamalfitana.it Alfonso Bottone. Madrina della serata sara' la nota soprano giapponese Yasko Fujii.

A condurre, il regista e presentatore radiofonico e televisivo Anthony Peth. Organizzazione MAURO BOCCUCCIA; per info su come partecipare e reservations : 06-9870567 info@boccuccia.it Cooperativa Sociale La Coccinella: www.cooplacoccinella.org/villa-paradiso

Direzione artistica : www.occhiodellarte.org (Lisa Bernardini 347-1488234)

Barbara Braghin





martedì 21 giugno 2016

Franco Micalizzi al "Festival dei due mondi" di Spoleto.






Il 27 giugno al Teatro Romano di Spoleto, all’interno del prestigioso “Festival dei due mondi”, verrà messo in scena un concerto dedicato interamente ad alcuni dei nostri più illustri autori italiani di musica per Film. Il titolo: “Quando la musica racconta”. Da Morricone a Rota, da De Sica a Trovajoli, da Micalizzi a Bacalov, la serata sarà resa speciale dalla presenza di un’orchestra sinfonica di 45 elementi diretti dal Maestro Nino Rapicavoli, e dalla partecipazione di ospiti illustri, a cominciare da Giampiero Ingrassia e Serena Rossi in veste di presentatori, per continuare poi ad importanti nomi che si avvicenderanno a vario titolo sul palco, come Christian De Sica, Serena Autieri, Fabrizio Bosso, Massimo Ghini. Le prime dichiarazioni per la stampa del Maestro Franco Micalizzi, su questo fantastico spettacolo nato da una sua idea e la cui direzione artistica è da lui condotta in sinergia con Niccolò Petitto: - La musica di commento dei film ha contribuito al grande successo del Cinema italiano nel mondo. Molti sono i compositori Italiani che hanno ricevuto riconoscimenti come l’Oscar e ottenuto un grande successo popolare; fino ad oggi questa musica, così preziosa per il racconto cinematografico, credo non abbia ricevuto dall’ambiente culturale quel dovuto apprezzamento che merita. Il concerto del 27 Giugno a Spoleto penso che possa dare invece l’avvio a riconoscere la qualità culturale mostrata appieno da queste composizioni. Compositori come Morricone, Piccioni, Bacalov, Piovani ecc.. meritano la giusta attenzione ed il giusto apprezzamento sia di critica che di pubblico per il contributo altissimo dato al cinema. Ed ancora: - Nell' ideare questo concerto cercherò, oltre che far ascoltare tanta buona musica, di dare come corollario le opportune informazioni sui film protagonisti indiretti del concerto. Questo per coinvolgere maggiormente l’attenzione del pubblico. Sono felicissimo che “Quando la musica racconta” che coinvolge, oltre a me, tanti illustri colleghi, si svolga nella meravigliosa cornice del Teatro Romano e nell’ambito del Festival dei due mondi di Spoleto. In occasione di questo evento dedicato agli autori più illustri, SIAE, con la Federazione Italiana Autori, vuole omaggiare il Maestro Manuel De Sica, venuto a mancare lo scorso anno, premiando un giovane autore con una targa intitolata a Manuel, consegnata dal fratello Christian. Ricordiamo che lo spettacolo, oltre agli Autori Claudio Pallottini e Raffaello Fusaro, ha visto l'amichevole partecipazione ai testi del noto sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni. La regia della serata sara' affidata a Marco Simeoli.

Info su Franco Micalizzi:

https://www.facebook.com/Franco-Micalizzi-205278769562941/ https://www.youtube.com/channel/UCOltPOQ5YZI1DCyaMMu7qIQ https://twitter.com/micalizzimusic

Rapporti con la stampa per Franco Micalizzi :

Lisa Bernardini +39 347 1488234
occhiodellarte@gmail.com
Responsabile dell’Ufficio Promozione Culturale SIAE
Danila Confalonieri danila.confalonieri@siae.it

Barbara Braghin

venerdì 17 giugno 2016

Venerdì 17 giugno, giornata Anti Superstizione a Rosolina Mare




ROSOLINA MARE – Non è affatto passata inosservata l’iniziativa dei rappresentanti di Cicap, il comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze. Il motivo? “Giornata anti superstizione, non è vero e… non ci credo!”. E molti cittadini e turisti, italiani e stranieri non hanno resistito ad avvicinarsi ai responsabili per chiedere loro spiegazioni. Chi non è superstizioso è passato sotto una scala, ha rotto uno specchio, ha sparso il sale, ha rovesciato il pane, ha incrociato le posate, si è seduto in un tavolo con 13 persone, ha aperto un ombrello in un luogo chiuso e ha tenuto un peluche a forma di gatto nero in mano. A raccontarla sembra una scaletta di uno spettacolo di cabaret invece per alcuni, non per tutti, non è stato affatto facile fare tutte le prove. Cicap è un'organizzazione di volontari, scientifica ed educativa, che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito. Il Cicap nasce nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati, intellettuali e appassionati che sottoscrive la seguente dichiarazione comune: «Giornali, settimanali, radio e televisioni dedicano ampio spazio a presunti fenomeni paranormali, a guaritori, ad astrologi, trattando tutto ciò in modo acritico, senza alcun criterio di controllo; anzi cercando, il più delle volte, l'avvenimento sensazionale, che permetta di alzare l'indice di vendita o di ascolto. Per questo portiamo avanti un'opera di informazione e di educazione rispetto a questi temi, per favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica, e del metodo scientifico basato sull’evidenza nell'analisi e nella soluzione dei problemi».

Barbara Braghin


giovedì 16 giugno 2016

Presentato il concorso "Miss Stella del Mare" sulla nave Msc Crociere a Venezia



VENEZIA - A Venezia l’11 giugno scorso, a bordo di MSC Magnifica, presentazione del concorso nazionale di talento, bellezza e spettacolo di “Miss Stella del Mare 2016” . “Miss Stella del Mare” nata nel 2013, dal desiderio di celebrare l’eleganza, la bellezza e lo charme come espressione di talento e intelligenza come arte che non ha mai fine, un concorso di rilievo nazionale, presente su tutto il territorio, con le varie selezioni provinciali e regionali che si svolgono nelle piazze più belle d’Italia e altrettante location spettacolari come Ville Storiche, Locali di alto prestigio, che sono uno scenario perfetto per esaltare la bellezza, la semplicità e le abilità artistiche delle ragazze in gara, per concludere il tutto con una Finale Nazionale. Le finaliste nazionali hanno la possibilità di partecipare alla prima ed unica del suo genere “Accademia di moda, spettacolo e talento”, un’istituzione destinata agli studi più raffinati e all’approfondimento delle conoscenze di più alto livello nel mondo della moda, dello spettacolo e del talento, con stage di vario tipo, guidate da artisti di livello nazionale ed internazionale. E’ doveroso ricordare che a novembre del 2014 il Veneto ha trionfato grazie alla partner Antonella Marcon, con le stelline protagoniste della finale nazionale, classificandosi al 1°, al 2°, al 4° posto, oltre a conquistare due fasce di accademia e attitudini. Alla finale nazionale di novembre del 2015 il triveneto è salito sul podio grazie al 2° posto di Anna Bardi e alla fascia di talento musicale di Alessia Fornasier. Con orgoglio il patron nazionale Filippo Russo e il partner triveneto Antonella Marcon, hanno annunciato la nascita di un nuovo format di bellezza e talento, che affiancherà il nostro “Miss Stella del Mare” giunto alla sua quarta edizione; quest’anno nasce: LA LADY del MARE! Il nuovo concorso riservato alle concorrenti di sesso femminile sin dalla nascita, a partire dai 30 anni compiuti e fino alle over 50, per esaltare il talento, la bellezza, l’eleganza, lo charme, la femminilità e la classe delle signore non hanno eguali e quindi si è voluto far partire questo progetto fin da quest’anno ed affiancarlo al nostro concorso riservato alle stelline che ormai è consolidato nella nostra penisola. Da alcune edizioni il concorso di “Miss Stella del Mare” e da quest’anno “La Ledy del Mare”, sono abbinati al progetto di solidarietà a sostegno dello Sportello Donna e della Casa di Fuga per donne vittime di violenza, con il patrocinio del Comune di Padova; inoltre, una vincitrice di ogni selezione provinciale verrà premiata con la fascia “Miss Amore” o “La Lady Amore” dedicata a Casa di Fuga. Bellissimo pomeriggio coordinato da Antonella Marcon, trascorso in compagnia con le nostre stelline finaliste nazionali 2015 e con le stelline che hanno già acquisito l’accesso alla finale nazionale 2016, con la straordinaria presentazione di Filippo Ferraro (di radio Piterpan), presenti numerose autorità, rappresentanze delle aziende sponsor che credono nei valori del concorso, personalità del mondo della moda, della bellezza, della TV, dello spettacolo, alla ricerca di nuovi talenti. Un doveroso e sentito ringraziamento di Antonella Marcon al patron nazionale Filippo Russo per la realizzazione dello show board, nonché a MSC Crociere per l’ospitalità.

Barbara Braghin